Ara Maracana (Illiger’s Macaw)

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

Distribution: NE, C & SE Brazil, Paraguay and NE Argentina.

Ara maracana248_800x600

Descrizione:41-46 cm, colore generalmente verde, fronte rossa, corona azzurra,faccia nuda e bianca orlata con piumette gialle, ventre rosso, becco nero, iride arancio.

Distribuzione: Vive nella parte centro-orientale del sud America, la sua distribuzione comprende gli  stati di Pernambucco,  Piaul, Maranhão, Parà, Tocantins, Goiás, Mato grosso, Mato grosso do Sul, Minas Gerais, Bahia, Espirito Santo, Rio de Janeiro, Santa Caterina, Rio Grande do Sul in Brasile, il Paraguay orientale e lo stato Misiones nel nord dell’Argentina.

Habitat: Frequenta le foreste primarie  e foreste lungo i corsi di acqua, è assai gregario spesso si possono vedere gruppi di vari soggetti in cerca di fonti di cibo, anche all’imbrunire si ritrova insieme ad altri soggetti per passare la notte. Assai rumoroso in gruppo.

Stato: Ad oggi si riscontra un forte calo della popolazione causa principale la deforestazione e l’abbattimento di aree dove trovano il cibo, ad oggi in natura è minacciato di estinzione, Pappagallo molto vivace, e attento è riuscito a stabilirsi in alcune aree popolate da persone non è raro infatti vederlo nei centri abitati di Rio de Janeiro dove sembra abbia trovato un area di riproduzione. Cites allegato A

Stile di vita: Vengono solitamente avvistate coppie in volo sopra la foresta o sulla cima degli alberi. tra aprile e giugno quando sono maturi i frutti  si possono avvistare stormi di 7/10 soggetti, per poi ritrovarsi in coppie per la nidificazione.

Nutrizione: Si nutre di semi, frutti, noci e bacche che si procura sulla cima degli alberi; nelle aree costiere del Suriname frequenta assiduamente gli alberi di Hura Crepitans, in quanto è molto ghiotto dei suoi semi.

SNC00922_800x600

Comportamento riproduttivo: La stagione riproduttiva inizia in febbraio e il nido viene solitamente allestito nella cavita di alberi. periodo d’incubazione è di 25 giorni, il numero di uova può variare 3-5

11

Cattività: Pappagalli molto dinamici capaci di adattarsi anche a temperature inferiori allo 0 gradi. Conviene sempre offrire rami o tronchi di albero meglio rami di salice. Una volta  acclimatati  sono pappagalli molto duri e resistenti anche a basse temperature. Può essere tenuto insieme ad altri pappagalli fuori stagione di riproduzione. Anche con i pappagalli più piccoli tipo parrocchetti,conuri.

Alloggio: ideale è voliera all’aperto di 5 mx 3 mx 2 m, seguito da ricovero di 3 mx 2 mx 2 m; Costruzione in metallo con rete  forte  assolutamente necessario.

Dieta: frutta e verdura (pere, mele, susine, banane, cetrioli, mais metà stagionato, carota, rosa canina, frutti delle palme, sorbe); noci del Brasile sgusciate; Miscela di semi di girasole, di cartamo semi, canapa, grano, avena, miglio canarino e vari; in estate consigliabile anche semi germogliati ottimo i mangime per piccioni. Verde (cerastio, dente di leone, zucchine, peperoni, mele ecc );  somministrare sali minerali regolarmente nella dieta base pane bianco non salato uovo sodo e biscotti.

Multi%20Vite%20Bird%20Jar

multi vitaminico

 

2015-05-16 10.30.10

Pastone per il periodo riproduttivo (mattina) rinnovandolo nei mesi caldi almeno ogni 3 ore.

 

2016-01-25_15.49.54

Bacche di rosa canina

 

IMG-20151021-WA0002

 

Studio: Allevamento comincia nel mese di aprile; preannunciata da aggressività degli animali adulti; deposizione 3-5 uova; spesso non vengono fecondate tutte; pappagalli assai vivaci e rumorosi meglio se non sono disturbati durante la riproduzione, Il periodo di incubazione è di 25 giorni,  Tempo 10 settimane. Fate attenzione con i controlli nido; solo quando gli uccelli non sono  nella cassetta nido, altrimenti il ​​pericolo che i genitori disturbati danneggiano uova o feriscono i giovani. Il nido deve avere pareti spesse in legno, le dimensioni ideali  30 cm x 30 cm x 50cm diametro foro 15 cm, il nido deve essere posto in modo che possa essere visionato dall’eterno della voliera. Consigliabile porre più nidi all’interno della voliera con forme diverse in modo che la coppia possa scegliere il più idoneo per deporre.

 

stampa questo articolo stampa questo articolo

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>